Condizionatori senza unità esterna

Condizionatori senza unità esterna: come scegliere

I climatizzatori fissi sono composti da un’unità interna e una esterna. Ma, oltre a questa forma classica, esistono condizionatori senza unità esterna. Si tratta di una soluzione valida per chi, per vari motivi, non può installare unità esterne sulle facciate dei palazzi.
Può essere una soluzione comoda per molti motivi, e che siamo certi interesserà molti di voi. Oggi vi spiegheremo quali sono le caratteristiche di questo strumenti e come scegliere il migliore.

Come sono fatti i Condizionatori senza unità esterna?

I condizionatori senza unità esterna possono essere dotati sia di accensione classica “on-off” che con inverter. All’interno della stessa macchina sono quindi comprese sia l’unità condensante che l’unità evaporante. Il suo ingombro in casa è quindi maggiore.
Anche il compressore è all’interno della macchina, e non fuori come negli altri modelli. Questo potrebbe renderli, nel caso di alcuni modelli più rumorosi. Motivo per cui bisogna fare attenzione che sia dotato di tecnologie innovative, che lo renda più silenzioso.
Il design è molto minimale e si adatta facilmente a qualsiasi tipo di arredo senza stonare.

Come funziona

Il condizionatore senza unità esterna fa uscire il calore da un appartamento grazie a due capienti fori realizzati nel muro, da circa 16 centimetri.
Questa soluzione metterà d’accordo tutti, quelli che non vogliono installazioni sui muri esterni, e quelli che desiderano una soluzione davvero efficace e silenziosa.
Queste griglie esterne si apriranno solo quando il condizionatore scaricherà la sua condensa.
Le fessure poi si richiuderanno quando la macchina verrà spenta, scongiurando tanti piccoli o grandi problemini di manutenzione. Le griglie mobili servono a evitare sprechi d’aria, e per fare in modo che il fresco rimanga all’interno e il caldo all’esterno.
Questi condizionatori poi dispongono di diversi livelli di potenza, che vi permetteranno di sfruttare al massimo le sue potenzialità, raggiungendo in tempi rapidi la temperatura desiderata.
Un condizionatore senza unità esterna è composto dall’unità condensante e da quella evaporante. Questo fa si che si riducano al minimo gli ingombri.

Vantaggi rispetto ai condizionatori con unità esterna

Spesso montare l’unità esterna di un condizionatore può non essere facile e in alcuni casi addirittura impossibile da realizzare. Immagina il classico motore esterno su un edificio storico, impossibile pensarlo. In questi casi, l’installazione di un condizionatore senza unità esterna non è solo la più indicata, ma l’unica disponibile a causa dei vincoli paesaggisti e architettonici. Le alternative, escludendo i modelli con split esterno, sono quelli mobili, molto più rumorosi e dispendiosi, oppure quelli senza unità esterna. Questi ultimi non infrangono nessun regolamento condominiale e non richiedono particolari autorizzazioni.
Infatti, per installarlo saranno fatti due semplici fori che assicureranno lo scambio termico, garantendovi il fresco nel vostro appartamento.
Non serviranno lavori di muratura o costi di installazione particolari. Sarò sufficiente un trapano.
Altro vantaggio è quindi che il montaggio a muro, senza split esterno, è meno ingombrante e più facile.
Infine, risparmierete sull’energia consumata. Senza split la quantità di energia elettrica utilizzata è molto inferiore.

La silenziosità

La silenziosità è un criterio molto importante per l’acquisto di un condizionatore. Nel caso di uno senza unità esterna, molto dipende dal modello, a cui dovete fare attenzione durante l’acquisto. Infatti, senza lo split, alcuni condizionatori di questo genere sono molto più silenziosi. Potrete accenderlo e dormire o lavorare senza problemi.
Il condizionatore fisso ha il problema dell’installazione mentre quello mobile del rumore, invece con il condizionatore senza unità esterna potreste rivoluzionare i vostro modo di pensare il raffrescamento della casa. Le sue prestazioni sono di alta qualità, anche dal punto di vista del comfort casalingo. Non ci saranno rumori e fastidi, legati alla sua accensione.

I modelli migliori

Sul mercato sono presenti diversi modelli che si differenziano per caratteristiche aggiuntive e efficienza energetica. Quest’ultimo è un fattore da tenere in grande considerazione, perché in grado di influenzare i consumi di energia elettrica sulla bolletta.
Il primo modello che vi consigliamo è l’Olimpia Splendid 01503. Si tratta di un condizionatore fisso unico, senza unità esterna con capacita nominale di raffreddamento di 1,8 kW e appartenente alla Classe energetica A. Può essere installato in alto o in basso, nella parete. Sulla parete verranno fatte due griglie per l’aspirazione e l’espulsione dell’aria.
Inoltre è dotato di Silent System: la pressione sonora sarà solo 27 dB (A).
Altro condizionatore fisso è l’Olimpia Splendid 00981. La sua capacità di raffreddamento e riscaldamento è di 2,0 kW, con classe energetica A. Anche in questo caso si tratta di un condizionatore particolarmente silenzioso, con Funzione Sleep. La pressione sonora funziona alla minima velocita di 33 dB (A).

Condizionatori senza unità esterna
3.4 (67.5%) 8 vote[s]

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *